fbpx
Top

Camerota e Marina di Camerota, tra miti, storia, natura e spiagge incantate

  >  Borghi   >  Camerota e Marina di Camerota, tra miti, storia, natura e spiagge incantate
Cala D'arconte 2 Camerota
Cala D'arconte 2 Camerota

Camerota Marina di Camerota rappresentano una meta fissa per chi viene in Cilento. L’intero comune conta più di 7 mila abitanti e la frazione Marina, è letteralmente presa d’assalto in estate, vantando un turismo estivo molto importante. Le spiagge di Camerota, infatti, sono tra le più apprezzate in Italia.

Il Mito

Camerota e la frazione marina, però, non sono solo questo. Le origini del nome vanno ricercate nel mito greco e, in particolare, nella ninfa del mare Kamaraton che aveva fatto innamorare Palinuro, il nocchiero di Enea. La ninfa, però, respinse Palinuro, il quale invocò il dio Sonno che trasformò Kamaraton in roccia, la roccia sulla quale sorge il capoluogo.

Dove si trova Camerota

Il comune di Camerota si trova a sud del Cilento, tra i comuni di Centola Palinuro e San Giovanni a Piro.

Cosa vedere a Camerota

Camerota, la Marina e le sue frazioni, Licusati e Lentiscosa, offrono molte cose da vedere, a partire dalle bellezze naturali fatte di promontorispiaggesentierirocce e una biodiversità unica. Ma anche storia, con i fossili paleolitici o il Castello Marchesale.

Le spiagge di Camerota

Cilento, le spiagge del Cilento

Non c’è dubbio che l’attrazione principale del territorio camerotano siano le sue splendide spiagge. Il litorale di Marina di Camerota, infatti, è letteralmente preso d’assalto durante il periodo estivo. Le spiagge di Marina di Camerota sono molte, e ognuna presenta delle peculiarità.

Nel mio articolo ne ho catalogate dieci, la spiaggia del MingardoCala del Cefalola spiaggia del Troncone, Cala d’ArconteCapo GrossoLa CalancaLa spiaggia del portoLentiscelleil PozzalloCala Bianca e Baia degli Infreschi.

L’acqua lungo il litorale camerotano è stupenda, limpida, presenta un fondale spesso profondo, e, per lo più, una sabbia fatta di piccoli ciottoli e sabbia dorata.

Il Borgo Medievale di Camerota

Borgo Medievale di Camerota

Il capoluogo del comune è un vero e proprio borgo medievale. Il centro storico presenta numerosi edifici risalenti all’epoca medievale, tra cui il castello Marchesale. All’interno del centro storico medievale di Camerota è presente anche il Museo della Civiltà Contadina e dell’Artigianato, ma non solo.

Il Castello Marchesale di Camerota

Castello Marchesale di Camerota

Il castello Marchesale di Camerota è una vera e propria fortificazione situata in cima alla collina rocciosa dove sorge il centro abitato. Si tratta di un castello medievale costruito durante il periodo normanno, tra l’XI e il XII secolo. Il castello medievale di Camerota, inizialmente baronale, diventa marchesale nel XVI secolo.

Ad oggi sono presenti le mura di cinta esterne con il fossato, le torri e, all’interno, i resti di una cappella. Nei pressi del castello è stato realizzato, nel 1997, il teatro Kamaraton, interamente costruito con fossili di selce.

La Cappella di Piedigrotta

Cappella di Piedigrotta Lentiscosa

La cappella di Piedigrotta è uno dei posti più affascinanti del comune camerotano poiché, oltre alla bellezza della cappella, si gode di una vista meravigliosa sulla frazione Marina.

La cappella di Pipedigrotta è situata nel territorio di Lentiscosa e si raggiunge seguendo la strada che sale da Marina di Camerota, verso San Giovanni a Piro. Un paio di chilometri prima del centro abitato di Lentiscosa, infatti, in un tornate, si scorge la cappella di Piedigrotta.

Cosa fare a Camerota

Marina di camerota

Camerota offre molte opportunità a chi vuole esplorare il territorio. Abbiamo parlato del borgo medievale del capoluogo e il Castello Marchesale. Ma sono presenti anche altre attrattive.

Il museo virtuale del Paleolitico

Grotta della Cala museo virtuale paleolitoco Camerota

A Marina di Camerota è presente anche l’EcoMuseo Virtuale del Paleolitico nei pressi del porto (adiacente all’Asl). Una sala immersiva e una sala informazioni sulle testimonianze dell’uomo preistorico nel Cilento, in particolare nelle grotte camerotane. Testimonianza dell’uomo paleolitico risalenti addirittura a 500 mila anni fa, ma anche resti degli insediamenti dell’età del Bronzo.

Il sentiero degli Infreschi

Baia degli infreschi dal sentiero e dalla chiesa il cilentano cilento

Percorrere il sentiero degli Infreschi è una di quelle attività che bisogna fare almeno una volta nella vita. Il sentiero parte da Marina di Camerota, precisamente da Lentiscelle, e conduce verso tre delle spiagge più belle del Cilento: il PozzalloCala Bianca Porto degli Infreschi

Vi invito a leggere l’articolo sul sentiero > Trekking Infreschi.

Nel comune di Camerota sono presenti altri percorsi trekking molto suggestivi, che si inerpicano per le colline del territorio e regalano scorci magnifici.

Il porto di Marina di Camerota

Porto di Marina di Camerota

Il porto di Marina di Camerota è situato al centro del paese sfruttando un’insenatura naturale che rende il posto ideale per le imbarcazioni. Dal porto è possibile noleggiare gommoni o fare gite in barca organizzate dalle varie cooperative presenti sul posto.

Gli altri paesi del Comune

Il comune di Camerota, oltre al capoluogo, conta 3 frazioni, la Marina e due collinari, Lentiscosa e Licusati.

Marina di Camerota

Spiaggia di Lentiscelle a Marina di camerota

Marina di Camerota è la frazione marina del comune ed è una delle mete più apprezzate dai turisti. Le sue spiagge, già ne abbiamo parlato, sono stupende. Ma la frazione marina è importante anche per alcuni reperti storici, come il Palazzo Marchesale e, soprattutto, alle grotte calcaree dove sono stati rinvenuti alcuni reperti archeologici risalenti all’età Paleolitica.

I Paesi interni

castello medievale di camerota (8)

Camerota paese, il capoluogo, guarda le spalle alla frazione marina. Posizionato sopra una roccia domina il paesaggio sottostante. Alle spalle del capoluogo troviamo Licusati, raggiungibile sia dalla Mingardina, mediante una strada panoramica con 7 tornanti, chiamata il Ciglioto, sia dal capoluogo. Lentiscosa, invece, è la frazione più a sud, del comune. L’abitato di Lentiscosa si inerpica per la strada che conduce a San Giovanni a Piro.

Leggi anche:

©Riproduzione Riservata