fbpx
Top

Moio della Civitella e Pellare

Moio della Civitella e Pellare, tra parchi archeologici ed eventi

Moio della Civitella è un comune del Cilento a pochi minuti di macchina da Vallo della Lucania. Il centro abitato di Moio è un borgo che ha origini medievali e presenta una frazione, Pellare. In realtà le origini di Moio risalgono ai tempi della Magna Grecia come dimostra il parco archeologico della Civitella. Il capoluogo si trova leggermente più in alto rispetto alla frazione Pellare. Nei fatti, i due paesi sono così vicini da sembrare quasi un unico centro abitato.

Dove si trova Moio della Civitella e Pellare

moio della civitella e pellareIl comune di Moio della Civitella lo ritroviamo nei pressi della “capitale” del Cilento, Vallo della Lucania. Per raggiungere Moio e Pellare bisogna percorrere la strada a scorrimento veloce “La Cilentana” e uscire all’altezza di Vallo della Lucania. Da qui bisogna andare in direzione Angellara e dopo pochi minuti di auto si ci ritrova a Moio della Civitella e Pellare.

Cosa vedere a Moio della Civitella e Pellare

Moio della Civitella e Pellare presentano numerose risorse, soprattutto in ambito culturale. Sulla collina di Moio troviamo il Parco archeologico della Civitella, nel paese del capoluogo il Museo della Civiltà contadina. Tra i due borghi, invece, è presente il Mulino ad acqua.

Il Parco archeologico della Civitella

porta sud scavi della civitellaIl Parco archeologico della Civitella lo ritroviamo sulla collina del borgo cilentano. Le sue origini risalgono al VI secolo a.C. e sono ricollegate alla civiltà greca di Elea.

Per maggiori informazioni > Il Parco archeologico della Civitella.

Il museo della Civiltà contadina e il mulino ad acqua

Il museo della Civiltà contadina di Moio della Civitella è un luogo dove riscoprire utensili e tradizioni dei nostri antenati. La suddivisione del museo è in sezioni e troviamo la sezione tessile, la sezione olivicola, la sezione cerealicola, la sezione vinicola e la sezione storico-religiosa.

Il mulino ad acqua, invece, è situato tra Moio e Pellare e costituisce un vero e proprio esempio di archeologia industriale. Costruito a metà del 1.700, il mulino è stato dichiarato dal Ministero dei Beni Culturali e Ambientalidi interesse particolarmente importante“.

La Cappella dell’Annunziata

chiessa dell'annunziata parco archeologico della civitella rito mariano sette sorelleLa Cappella dell’Annunziata è situata sulla cima della Civitella, sul punto più alto a 818 metri sul livello del mare. L’edificio, probabilmente, è stato realizzato intorno al XIV-XV secolo. Nel secolo scorso, però ha subito alcuni lavori di rifacimento che ne hanno modificato l’aspetto.

Cosa fare a Moio della Civitella e Pellare

Moio della Civitella e la sua frazione Pellare regalano ai turisti e ai visitatori numerose attrazioni. Abbiamo visto il Parco archeologico della Civitella, dove è presente anche un sentiero che è possibile percorrere, ma anche il museo della Civiltà contadina e il mulino ad acqua sono da visitare. Oltre a ciò il comune di Moio della Civitella è importante per alcuni eventi, come il Mojoca che si svolge a Moio e la festa patronale di Pellare in onore si San Bartolomeo. In passato a Pellare si svolgeva una delle feste più popolari dell’estate cilentana, “Le notti di Bacco” poi divenuta “Rewine“.

Il Mojoca

Mojoca-festival-degli-artisti-di-strada-di-Moio-della-Civitella-Vallo-della-Lucania-Cilento-il-Cilentano-16 hpIl Mojoca è uno dei principali Festival degli artisti di Strada del sud Italia. Ogni anno migliaia di persone accorrono per partecipare e dar vita ad una festa fatta di artisti di strada, street food e tanto altro.

Per maggiori informazioni > Mojoca, il Festival degli artisti di strada

San Bartolomeo

La festa patronale di San Bartolomeo a Pellare è una delle più seguite nel Cilento. Ogni anno il 25 agosto Pellare festeggia il suo santo patrono con messe solenni, processioni, fuochi d’artificio imponenti e concerti di prim’ordine.

Leggi anche:

©Riproduzione Riservata

1