fbpx
Top

Guerino Galzerano e la casa dei Ciottoli di Castelnuovo Cilento

  >  cultura   >  Guerino Galzerano e la casa dei Ciottoli di Castelnuovo Cilento
casa-dei-ciottoli-castelnuovo-cilento
casa-dei-ciottoli-castelnuovo-cilento

Uno dei personaggi più affascinanti del Cilento è Guerino Galzerano e la sua casa dei Ciottoli di Castelnuovo Cilento. La storia di Guerino è tanto affascinante quanto le sue opere in ciottoli.

La storia di Guerino Galzerano

tomba guerino galzerano castelnuovo cilento

Guerino Galzerano è stato uno degli artisti più rappresentativi del Cilento del secolo Scorso. Nato nel 1922 e morto nel 2002 a 80 anni, Galzerano ha lasciato ai posteri numerose opere in ciottoli nel centro abitato di Castelnuovo Cilento. Come spesso succede la vena artistica di Guerino prende luce dopo uno dei momenti più bui della sua esistenza. Nel 1970, infatti, uccide un’amica della propria moglie e, dopo essersi costituito, viene rinchiuso nel manicomio di Aversa. Qui inizia a realizzare alcune opere in ciottoli. Ma le opere più conosciute le realizza a Castelnuovo Cilento, a partire dal 1977, quando torna nel suo paese d’origine.

La casa dei Ciottoli

casa-dei-ciottoli-2-castelnuovo-cilento

La prima opere ad essere realizzata, o meglio, ricoperta di ciottoli a Castelnuovo Cilento è la sua vecchia casa. Inizia a rivestire di ciottoli tutta la facciata esterna e il portico per poi proseguire all’interno. Dentro la casa, infatti, troviamo mensole, portabottiglie e intere pareti di ciottoli, ma non finiscono qui le opere di Guerino. All’interno degli ambienti troviamo cesti, lampade, finanche il lavandino della cucina è stato realizzato con ciottoli. Oggi la casa dei Ciottoli è diventata un B&B gestito da suo nipote Francesco.

Le altre opere in ciottoli di Galzerano

 

colonne-ciottoli-castelnuovo-cilentoMa le opere in ciottoli a Castelnuovo Cilento non finiscono qui. Guerino Galzerano ha realizzato opere in ciottoli per tutto il paese di Castelnuovo. Parliamo del giardino della sua cantina ai piedi del Castello Talamo-Atenolfi, dove ha realizzato, archi, colonne sedie e tavoli rigorosamente in ciottoli. Ma anche nei pressi della sua casa, presso il vicolo Vittorio Emanuele, ha realizzato un’opera d’arte di ciottoli costituita da colonne a coni rovesciati. Per poi concludere con la sua tomba, nel cimitero di Castelnuovo Cilento troviamo la sua tomba con un epitaffio sarcastico: “Ricordate: dove io ero tu sei, dove io sono tu sarai“.

guerino-galzerano-tomba-castelnuovo-cilento

 

LEGGI ANCHE:

©Riproduzione Riservata