fbpx

Porta Rosa, riaperto dopo anni l’arco a tutto sesto degli Scavi di Velia

  >  Archeologia   >  Porta Rosa, riaperto dopo anni l’arco a tutto sesto degli Scavi di Velia
porta rosa 1
porta rosa 1

Porta Rosa è uno dei principali punti attrattivi degli Scavi archeologici di Velia. Per anni non è stata consentita la visita a quella che resta una delle principali attrattive del parco archeologico di Velia.

Caratteristiche e storia della Porta Rosa

Velia Porta Rosa (1)

La Porta Rosa è il primo esempio di arco a tutto sesto costruito in Italia. A realizzare la costruzione i coloni Greci di Elea, nell’attuale Velia. In realtà il varco non è un ingresso alla città di Elea, ma rappresentava più una barriera taglia fuoco per proteggere la città in caso di attacco nemico. La Porta era anche un viadotto tra le due cime dell’acropoli di Velia, dividendo, in pratica, la zona nord da quella sud della città di Velia.

L’arco più che rappresentare una porta, quindi, aveva anche il compito di contenere le pareti della gola. L’arco, nel III secolo a.C. è stato ostruito proprio per la funzione primaria per il quale era stato costruito, ovvero impedire incursioni ostili.

Da allora Porta Rosa è stata sottoterra per oltre due millenni. Infatti solo l’8 marzo 1964, Mario Napoli ha riportato alla luce l’arco ribattezzandolo Porta Rosa in omaggio a sua moglie Rosa.

Dove si trova Porta Rosa

Velia Porta Rosa (2)

Porta Rosa si trova nell’area settentrionale degli Scavi di Velia, a poca distanza dall’Acropoli. Per chi visita l’area archeologica di eleatica, infatti, giungerà in ultima istanza, infatti presso una biforcazione che può condurre sia all’Acropoli che presso Porta Rosa.

Orari e biglietti Scavi di Velia

È possibile acquistare il biglietto di ingresso presso la biglietteria posta all’ingresso degli scavi, dalle ore 9:00 alle ore 18:50.

I prezzi variano in base alla stagione e permettono di visitare il Parco Archeologico di Velia, di Paestum e il Museo di Paestum.

Leggi anche:

©Riproduzione Riservata